La pandemia da Coronavirus è un evento traumatico, improvviso e inaspettato, che ha reso instabile tutta la quotidianità e tutti gli aspetti della vita che fino ad ora davano certezza. Questo ha determinato, soprattutto in persone direttamente coinvolte, reazioni emotive particolarmente intense tali da poter interferire con le capacità di funzionare sia durante l’esposizione allo scenario che in seguito, per tempi diversi e individuali. Le reazioni più diffuse sono varie, come rabbia, paura, isolamento ed evitamento, colpa, disturbi del comportamento e del sonno, depressione. Il decorso e l’intensità di queste reazioni tendono a variare nel tempo, con un crescendo durante le prime settimane e un calo graduale nel periodo di tempo successivo. Tutte queste reazioni sono reazioni normali, di una persona normale, ad un evento anormale. E’ quindi importante che le persone colpite diano un senso a quello che hanno vissuto per prevenire la possibilità di sviluppare una futura reazione negativa al trauma.

Destinatari

  • Persone che hanno contratto il virus
  • I familiari
  • Medici, infermieri e soccorritori
  • Forze dell’ordine e protezione civile

Finalità 

Nel contesto di gruppo i terapeuti hanno il compito di facilitare le modalità di espressione del gruppo, condurre i membri verso l’espressione libera dei propri vissuti, difficoltà e  paure. Nello stesso tempo di monitorare l’evoluzione del clima affettivo e trasmettere la consapevolezza che qualsiasi pensiero e sentimento può essere espresso e accolto.