L’ordinanza della Corte Costituzionale “chiude” il ricorso contro la Legge regionale Abruzzo che pretendeva di disciplinar la figura del MCB.
L’ordinanza prende atto del fatto che la Regione, dopo la proposizione del ricorso da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha abrogato la legge, quindi rinunciando a disciplinare i corsi di MCB. Rimane confermata la situazione ex ante, di “vuoto” di regolamentazione statale di tale figura.